Edizione Mondiale Brasile 2014 #1

world

Il migliore inizio di un Mondiale da svariate edizioni a questa parte, esattamente il contrario di quello di 4 anni fa in Sudafrica, quando le squadre pensavano piu’ a non prenderle che a costruire.
La prima serie di partite è completata e decisamente il risultato che ha fatto piu’ scalpore è stata la ‘manita’ inflitta dall’Olanda alla Spagna. Non che una vittoria degli Oranje non ci potesse stare, ma nessuno poteva prevedere un crollo delle ‘Furie Rosse’ cosi’ fragoroso. Vedremo oggi col Cile quale sara la reazione degli spagnoli.
Anche l’Italia ha fatto la sua parte nell’incontro di apertura contro l’Inghilterra, sfoderando una prova convincente.
I crampi l’hanno fatta da protagonisti in quasi tutte le partite: le condizioni climatiche non favoriscono certo prestazioni intense per tutti e 90 i minuti. A proposito: gli azzurri sono stati forse i soli a non soffrire di crampi e la loro preparazione sembra la migliore. Speriamo che duri lungo tutto il torneo.
A livello di delusioni direi che la piu’ scontata e la Grecia mentre lo sono di meno il Portogallo e le squadre africane, alle quali si dava certo piu’ credito a livello tenico a tattico. La Russia di Capello ha faticato non poco contro la Corea del Sud, cosi’ come il Brasile contro il Messico.
I grandi nomi si sono messi subito in evidenza: i vari Messi, Neymar, Balotelli, Robben.. ma la palma del migliore va’ senza dubbio per il momento a Van persie per lo strepitoso gol a volo d’angelo (anzi, da ‘olandese volante’) contro la Spagna. Una sorpresa? Il portiere del Messico Ochoa: semplicemente fantastico contro il Brasile.
La seconda tornata di partite è gia’ cominciata sulla falsa-riga della prima con un’incontro scoppiettante e divertente tra Olanda e Australia finito 3-2. Come a dire che ogni partita fa’ storia a se’, ma questo i tifosi di calcio lo sanno benissimo. Per quel che riguarda gli altri, tanto peggio per loro.. Oltre a non capirci un tubo, dovranno anche sopportare le grida dei tifosi di calcio attaverso tutta la citta’ (ed il pianeta) per almeno altre 3 settimane ed accontentarsi dell’aria fritta delle radio che parlano solo di hockey anche con 30 gradi all’ombra per mascherare la loro ingnoranza per ‘lo sport piu’ bello del mondo’.

Annunci

Giornalista radiofonico ed informatico, residente a Montreal e appassionato di calcio, giocato e parlato. Inviato della radio italiana di Montreal CFMB 1280, www.cfmb.ca agli incontri dell'Impact nel campionato della Major League Soccer.

Pubblicato su Mondiali 2014

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: